GENERAZIONE Y: PERCHE’ RORY GILMORE RAPPRESENTA LA GENERAZIONE PIU’ SFIGATA DI SEMPRE

Lo stavamo aspettando tutti, dall’annuncio di Netflix, ai numerosi spot;  l’attesa era altissima e la tanta agognata reunion tra le Gilmore è arrivata. Una stagione nel complesso risolutiva, ci ha regalato molte gioie ma anche un grande interrogativo; perché la terza generazione Gilmore è andata alla deriva?

 photo tumblr_ogvdicwanw1si3gq6o1_500_zpslw40x9l3.gif

Continue Reading

25 AGOSTO 2001 – CI LASCIAVA AALIYAH

Ricordo ancora chiaramente il 25 Agosto del 2001, la radio ha annunciato la morte di Aaliyah e poi mandato Try Again, il suo più grande successo qui in Europa. Il pezzo era la colonna sonora di “Romeo Must Die” di Andrzej Bartkowiak, film in cui era protagonista insieme a Jet Li; avevo 15 anni, lei 22.

Continue Reading

GOMORRA – LA SERIE E IL RACCONTO CRUDO DELLA REALTA’ (SPOILER SECONDA STAGIONE)

Gommorra – La Serie è tutto quello che un vero appassionato di sere tv, cerca; ha una narrazione accattivante con un costante climax e un cliffhanger mai scontato ad ogni episodio, ha un cast strordinario e una regia cinematografica.
È oggettivamente difficile trovargli un difetto, molti si sono lamentati sin dalla prima stagione dell’uso del napoletano stretto, ma anche questa lamentela è facile da smontare considerando quando l’uso del dialetto rappresenti al 100% la realtà non solo nei rioni ma anche della vita comune in molte regioni soprattutto del centro-sud italiano.

Chi ha letto il libro, ancor più di chi ha visto il film, ritroverà le dinamiche raccontate da Saviano nel suo best seller. Ovviamente la serie arricchisce il racconto di dinamiche interne e sentimentali, dal rapporto genitori-figli a quello paradossalmente più stretto tra boss e affiliati, un rapporto forte ma anche estremamente fragile.

Se nella prima stagione abbiamo visto uno dei protagonisti, Ciro Di Marzio, prima informatore della polizia, poi sempre più legato al clan dei Savastano fino ad un totale voltafaccia e una conseguente presa di potere in un quartiere sempre più distrutto in fazioni. La seconda stagione è totalmente diversa, il personaggio di Ciro, interpretato da Marco d’Amore, che nella prima stagione aveva conquistato tutti, nonostante rimanga una delle figure principali passa in secondo piano lasciando spazio alla scalata criminale di Gennaro Savastano, figlio del boss Pietro Savastano (Fortunato Cerlino), ex padrone di Secondigliano.
Gennaro nella prima stagione si trasforma da fessacchiotto figlio di papà a un vero e proprio mastino, ma è in questa seconda stagione che vediamo il vero cambiamento e soprattutto la grande crescita del personaggio interpretato magistralmente da Salvatore Esposito.

CGP

Continue Reading

“AIN’T YOUR MAMA” SINGOLO DELL’ESTATE PER JENNIFER LOPEZ MA…

Dopo una sfilza di canzoni, per il 90% in duetto col Re dei featuring Pitbull, in cui ci diceva che a 40 anni suonati si può essere ancora super fiche, la nostra Jennifer ci regala il suo personalissimo inno femminista; la canzone, uscita il mese scorso, segna anche il ritorno della cantante sotto l’etichetta Epic Records.

Il pezzo è oggettivamente una bomba, sia a livello di testo, scritto da Meghan Trainor, sia a livello di musica che strizza l’occhio alle sonorità sudamericane. In tutta questa sfilza di belle parole c’è un ‘MA’, grosso come una casa e pesante come un macigno, la canzone è prodotta da niente popò di meno che Dr.Luke il produttore accusato da Kei$ha di stupro .

Continue Reading

[FESTIVAL – RECENSIONE] MINA WALKING

Film presentato, nominato e premiato in numerosissimi festival internazionali, da Toronto a Busan passando da Berlino e il Cairo.
Sono molto contenta di aver avuto la possibilità di vedere questo docu-film che è riuscito a raccontare ed emozionare allo stesso tempo.

Ecco la recensione

TITOLO ORIGINALE: Mina Walkig

REGISTA: Yosef Baraki

CAST: Farzana Nawabi, Hashmatullah Fanai ,Qadir Aryaie, Marina Golbahari, Safi Fanaie, Massoud Fanaie, Shahwali Nawabi, Hamidullah Wafa, Mohamad Nabi Attai, Gholam Farouq Baraki

VOTO: 7,5

TRAMA: Piena di energia, tenace e ribelle, Mina, a soli dodici anni, riesce a cavarsela da sola in una società dove gli uomini comandano. Suo padre è un drogato, un uomo perduto, il nonno vecchio e indifeso, la madre è stata uccisa dai talebani. Ora deve cavarsela da sola. Girato nelle strade turbolente di Kabul in uno stile documentaristico, il film ritrae la severità della vita in questo paese devastato dalla guerra.“_ CinemAAAL

RECENSIONE: 

Continue Reading